documenti per assunzione

Documenti per assunzione: quali presentare?

Documenti per assunzione: un argomento da trattare molto importante sia per chi cerca lavoro che per chi ne offre. Queste informazioni infatti riguardano sia gli aspiranti dipendenti di una qualsiasi azienza, sia i datori di lavoro. Entrambe le parti devono conoscere la documentazione necessaria per avviare un rapporto di lavoro.In questo articolo verranno esaminati tutti i documenti obbligatori da presentare per un’assunzione. Informazioni indipendenti dal tipo di contratto che si intende stipulare.

Quali sono i documenti per assunzione di cui avete bisogno?

Andiamo per punti, riguardano la sfera personale, lavorativa e familiare.

1. Documenti per assunzione personali

Potrà sembrare banale, ma i documenti d’identità sono la prima cosa fondamentale da presentare per un’assunzione. Nello specifico, verranno richiesti la carta d’identità e il codice fiscale, ovviamente in corso di validità. Nel caso in cui il lavoratore sia extra-comunitario, sarà necessario anche il permesso di soggiorno, sempre in corso di validità.
Per velocizzare la pratica, è possibile presentarsi a un colloquio di assunzione direttamente con le copie di tutti documenti. Senza questi non sarà possibile stipulare un contratto di lavoro.
I successivi documenti che verranno elencati potranno essere allegati anche dopo la messa in atto del contratto di lavoro. Ma è sempre preferibile consegnare tutta la documentazione per l’assunzione in sede di colloquio.

2. Scheda professionale del lavoratore

Altro documento importante ai fini di un’assunzione è la scheda professionale del lavoratore. Questa ha sostituito il vecchio libretto di lavoro, ormai dal lontano 2002. La scheda professionale del lavoratore viene rilasciata direttamente dai centri per l’impiego. Ed è un documento contenente i dati relativi alle esperienze formative e lavorative. Corrisponde semplicemente a una certificazione delle competenze professionali della persona in procinto di assunzione.

3. Documenti per Assegni Nucleo Familiare

Il diritto del dipendente di godere di assegni familiari dev’essere sancito dalla presentazione di appositi documenti nel momento in cui viene stipulato un contratto di assunzione. Sarà il futuro dipendente a dover presentare tutta la documentazione necessaria. Consiste in:

  • Domanda per la corresponsione della prestazione con modulo ANF/DIP;
  • Autorizzazione ANF 43 rilasciata dall’Inps;
  • Cud;
  • Dichiarazione dei redditi.

4. Dichiarazione relativa alla pensione

Nel caso di assunzione di una persona titolare di una pensione di reversibilità o invalidità, sarà necessario presentare tra i documenti per assunzione anche la dichiarazione relativa alla pensione. La dichiarazione relativa all’ammontare della propria pensione sarà poi comunicata direttamente dal datore di lavoro all’Inps.
Questo documeto corrisponde a una dichiarazione di responsabilità, prevista dalla legge n.662 del 1996, attraverso la quale la persona dichiara la realtà della sua situazione. Se ciò non venisse fatto, il dipendente rischierebbe di subire pesanti pene, come la sospensione della pensione stessa.

5. Previdenza complementare

Quando verranno presentati i documenti relativi all’assunzione, verrà chiesto al futuro dipendente come gestire il TFR. Attraverso la compilazione di un apposito modulo, verranno presentate due alternative. Il futuro lavoratore dovrà scegliere se lasciare il TFR in azienda, o se destinarlo a qualche altro fondo di previdenza complementare.
Questa dichiarazione verrà poi inviata all’Inps dal datore di lavoro, attraverso il modulo TFR1 o TFR2, entro sei mesi dall’assunzione.

6. Certificato medico (quando è richiesto fra i documenti per assunzione)

Se la tipologia di lavoro lo necessita, tra i documenti per assunzione andrà inserito anche un certificato medico. Solitamente il futuro lavoratore viene sottoposto alla visita medica prima dell’inizio vero e proprio dell’attività. In alcune aziende però viene effettuata in un secondo momento.

Nello specifico, le categorie di lavoratori a cui viene richiesto questo documento per l’assunzione sono:

  • I lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, secondo la normativa prevista in materia di igiene e sicurezza del lavoro. Ad esempio, rientrano a far parte di questa categoria anche gli impiegati che sono obbligati a stare più di 20 ore settimanali davanti allo schermo di un computer.
  • Tutti i lavoratori minorenni, indipendentemente dal tipo di impiego.
  • Coloro che si occupano della produzione e della vendita di generi alimentari e bevande.
  • Tutti i lavoratori che volgono le professioni di: agricoli, gli operai, i manovali, i pastori, gli allevatori, i fantini, i conciatori, i cantonieri, gli stallieri, gli addetti agli ippodromi. E tutti coloro che lavorano nel settore del legno, della carta, metalmeccanico, metallurgico e dei rifiuti. Questo elenco di lavoratori è anche sottoposto all’obbligo di vaccinazione antitetanica.

7. Modello di comunicazione obbligatoria

Per ultimo, ma non di minore importanza, il modello di comunicazione obbligatoria è un altro documento necessario per l’assunzione. Attraverso gli appositi consulenti, verrà comunicato questo documento per via telematica. E va fatto assolutamente entro il giorno antecedente l’inizio del rapporto di lavoro. Unica eccezione in cui viene concesso un altro giorno di tempo è quando il contratto viene siglato in un giorno festivo.

Nella comunicazione obbligatoria verranno elencati i seguenti dati:

  • I dati anagrafici del lavoratore;
  • La data di assunzione;
  • Tipologia di contratto;
  • La qualifica;
  • Il trattamento economico e normativo.

L’obbligatorietà della suddetta comunicazione riguarda le seguenti tipologie di lavoratori:

  • lavoratori dipendenti;
  • collaboratori coordinati e continuativi (contratti a progetto);
  • soci lavoratori di cooperative;
  • lavoratori domestici;
  • lavoratori a domicilio;
  • apprendisti;
  • tirocini di formazione e orientamento.

Altri documenti per assunzione utili

Esistono altri documenti utili per l’assunzione, in termini di definizione del contratto di lavoro e specificatamente richiesti per alcuni mansioni. In particolare potrebbero essere necessari:

  • Certificato penale: è un documento contenente le registrazioni penali iscritte al casellario giudiziale.
  • Certificato di servizio. Si tratta di un documento in cui il datore di lavoro attesta lo svolgimento dell’attività lavorativa da parte di un dipendente presso la propria azienda. Qui vi è specificato periodo di lavoro e mansione del lavoratore.
  • Documentazione relativa agli studi: i documenti riguardano i titoli di studio conseguiti.
  • Documenti di abilitazione all’esercizio di una professione: documenti che attestano l’abilitazione di soggetti che svolgono solitamente mansioni piuttosto qualificate.
  • Documenti relativi al servizio militare o civile.

Una volta che tutti questi documenti saranno presentati, si avrà la garanzia di avere un contratto di assunzione in regola con la normativa vigente.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con un amico

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *